Beirut, nitrato di ammonio: storia del pesticida che ha causato la strage

Beirut, nitrato di ammonio: storia del pesticida che ha causato la strage

Il presidente libanese Michel Aoun ha dichiarato che l'esplosione è stata causata da 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio immagazzinate in modo non sicuro nell'area portuale della città. Danilo Coppe, è un geominerario, fra i più importanti esperti di esplosivistica in Italia e fondatore della SIAG, società di esplosivistica civile con sede a Parma, Torri, palazzi, acquedotti, ponti, campanili, eco-mostri e persino ciò che rimase, a Genova, del vecchio Ponte Morandi: numerose sono le esplosioni controllate affidate nel nostro Paese a Coppe. Nell'agosto del 2015 a Tianjin, nella Cina orientale a 110 chilometri a sudest di Pechino, morirono invece 173 persone per l'esplosione che si verificò in una fabbrica di prodotti chimici dove erano stoccate sostanze chimiche infiammabili e nitrato di ammonio. "È di per sé inerte a temperatura ambiente ma, se sottoposto a temperature elevate, va incontro a reazioni che liberano, in pochissimo tempo, grandi quantità di energia".

A rendere il deposito della capitale del Libano una bomba potentissima deve essere stata proprio un'esplosione, oppure un incendio nelle immediate vicinanze.

Una catastrofe che ha provocato centinaia di morti, migliaia di feriti, danni per un valore di 3-5 miliardi di dollari e "250-300 mila" sfollati, ha aggiunto, precisando che squadre di ingegneri e tecnici devono ancora fornire una valutazione ufficiale. Fa del fumo giallo e lì si vede arancione e rosso, primo. Ma non credo al nitrato di ammonio per diverse ragioni.

Nei sacchi di fertilizzante si presenta bianco, inodore, apparentemente innocuo, ma il nitrato di ammonio, indicato quale causa scatenante del disastro di Beirut, ha seminato più volte morte e distruzione.

Viene estratto principalmente nel deserto di Atacama in Cile, dove si trovano i maggiori depositi, e rappresenta l'80% di tutti gli esplosivi industriali utilizzati negli Stati Uniti.

Ci sono voluti più di sette anni e una tragedia umanitaria perché le autorità iniziassero a farsi domande sulle quasi 3mila tonnellate di nitrato di ammonio stipate in un magazzino nel porto di Beirut. La presenza di ossidi di azoto è particolarmente preoccupante per chi ha problemi respiratori, quindi di gas di Beirut possono rappresentare un problema per gli abitanti per vari giorni, finchè non verranno dispersi naturalmente. Lunghe esposizioni anche a basse concentrazioni provocano una drastica diminuzione delle difese polmonari con conseguente aumento di rischio di affezioni alle vie respiratorie.

Quali sono gli usi principali del nitrato di ammonio?