Vandalizzata la Sirenetta di Copenaghen: "Pesce razzista"

Vandalizzata la Sirenetta di Copenaghen:

I "soliti ignoti" antirazzisti hanno trovato il pretesto per prendersela anche con la statua della Sirenetta eretta nel porto di Copenaghen. Stando a quanto riferito da Associated Press, nessuno ha per ora rivendicato l'atto.

La statua della Sirenetta è collocata nel porto della città ed è diventata il simbolo di Copenaghen.

Ma se c'è qualcosa di peggiore di questo sciatto vandalismo, è il masochismo della cultura occidentale che ben filtra dalle parole di intellettuali come Ane Grum-Schwensen, esperta delle opere di Andersen, la quale, intervistata dalla televisione danese, si è affrettata a ricordare come le opere del favolista non contengano elementi razzisti.

Secondo alcuni, invece, sarebbe il cartone della Disney a contenere scene potenzialmente razziste. Nel film infatti è presente un pesce di colore nero che, come qualcuno ha notato, ha labbra carnose e tratti fisici stereotipati che emulerebbero la fisicità stereotipata degli afroamericani.

Non è la prima volta che la statua della Sirenetta viene vandalizzata. A gennaio, attivisti pro democrazia avevano imbrattato la sirena con la scritta "Free Hong Kong" contro il governo centrale di Pechino.