UE, inizia oggi il periodo di Presidenza della Germania

UE, inizia oggi il periodo di Presidenza della Germania

E Berlino fa subito capire che vuole garanzie dal governo italiano sull'utilizzo del Recovery Fund.

Inizia oggi il periodo di Presidenza Europea della Germania. Sono molto alte le aspettative che ricadono adesso sulla cancelliera Angela Merkel. Proprio rispetto al fondo Salva Stati, Conte sta affrontando una partita non certo facile, stretto tra la contrarietà di parte del M5S ad utilizzare i 37 miliardi messi a disposizione e il pressing del Pd che chiede di decidere al più presto.

Un momento eccezionale, che richiede da noi risposte eccezionali.

Merkel comprende le preoccupazioni dei "frugali" sul rischio che anche un'enorme quantità di denaro possa non risolvere i problemi dei Paesi membri, se non si faranno le riforme - punto decisivo per trattare con i "falchi" - ma condivide la posizione di leader come Conte, Sanchez e Costa: non si può continuare a far crescere il peso dei debiti sulle spalle dei cittadini di questi paesi, ora alle prese anche col Covid. "Non dobbiamo permettere che la pandemia crei forti squilibri economici e che produca una divisione profonda in Europa, spero che tutti trattino nello spirito del compromesso".

Mentre sulla Brexit, altro dossier che pesa come un macigno sul lavoro da portare a termine entro fine anno, ha messo in guardia: farà tutto il possibile per arrivare ad un accordo, "ma la Germania e l'Ue dovranno prepararsi anche allo scenario di un no-deal con Londra". "È più importante che mai stabilire priorità chiare e unire le forze". L'obiettivo principale sarà quindi il "definitivo superamento della pandemia e la ripresa", con misure per sanare sul piano economico e sociale le ferite della crisi, obiettivo ben chiaro anche al premier Conte che ha ribadito che l'Italia non accetterà nessun compromesso al ribasso, a costo di mettersi di traverso sulle cifre del prossimo bilancio europeo se ciò non avverrà.