Tifoso del Napoli insultato a Bergamo, Gasperini: "Non sono coinvolto"

Tifoso del Napoli insultato a Bergamo, Gasperini:

Ha fatto il giro dei social prima e delle tv poi il video di un battibecco tra un tifoso del Napoli ed un membro dello staff dell'Atalanta. "Abbiamo invitato la persona a Zingonia, vedrete quando viene fuori chi è". "Non mi sento coinvolto, non è nella mia storia e nella mia vita - ha sottolineato Gasperini ai microfoni di Dazn dopo la partita con la Juventus - Ho amici dappertutto, non è un problema mio e neanche dell'Atalanta". Lo scontro verbale sarebbe partito proprio perché un tifoso del Napoli avrebbe provocato Gasperini. Ma al team manager Moioli sono saltati i nervi, passando rapido agli insulti: "Testa di ca... terrone del ca...", urla al tifoso che intanto scappa via.

Nel video diffuso in rete si vede un giovane avvicinarsi al tecnico della Dea, Gasperini, e chiedergli: "Quest'anno la partita ve la giocate o gliela regalate come al solito?" Secondo il regolamento il muscolo del braccio si è mosso, verificato anche al VAR, ma a occhio il giocatore nerazzurro aveva il braccio attaccato al corpo, e non c'è stato nessun movimento scomposto. "Non mi sto giustificando, sono consapevole di aver sbagliato, anche nei confronti dell'Atalanta".