Spadafora sul calcetto: "La mia parte l'ho fatta. Ora tocca alle Regioni"

Spadafora sul calcetto:

Il calcetto, fermo da quasi quattro mesi a causa dell'emergenza coronavirus, è l'argomento che appassiona tanti sportivi ed amatori. L'intesa doveva essere a tre, tra Ministero dello Sport, Regioni e Ministero della Salute, da quest'ultimo non era arrivato l'ok, per cui alcune Regioni hanno deciso di muoversi di spontanea iniziativa.

Durante una live sul suo profilo Facebook, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha parlato della possibilità di ripresa degli sport di contatto: "In cinque regioni, Abruzzo, Sicilia, Puglia, Liguria e Veneto, hanno riaperto". Spero che questo possa succedere nel minor tempo possibile. Nel caso di Piacenza la decisione passa a Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia Romagna: tocca a lui scegliere se concedere il via libera per la ripresa degli sport di contatto, fra cui il tanto atteso calcetto ma anche altre discipline come pallavolo, basket e arti marziali. Ovviamente non posso espormi a livello sanitario perchè non mi compete. "Io ho espresso il mio parere favorevole", ha concluso.

Entro la fine del mese di luglio porteremo il testo della riforma dello sport in Consiglio dei Ministri.