Schiaffo a Nato, via 12.000 soldati Usa da Germania

Schiaffo a Nato, via 12.000 soldati Usa da Germania

Perché il Pentagono ha deciso pure di spostare la sede del comando centrale dell'esercito degli Stati Uniti in Europa in Belgio, per l'esattezza a Stoccarda a Mons, luogo in cui è già presente un quartier generale della Nato.

Delle 11.900 truppe statunitensi che abbandoneranno il suolo tedesco - la nazione finora ha avuto il primato per la presenza di contingenti Nato USA - 6.400 torneranno in patria. In Italia - riporta il Wall Street Journal - dovrebbero essere dislocati due battaglioni dell'esercito e la squadriglia di caccia F-16.

I funzionari, che hanno parlato a condizione di anonimato per discutere di piani non ancora resi pubblici, hanno affermato che le mosse costeranno "miliardi" e richiederanno dei lavori nelle basi per accogliere le forze aggiuntive.

"La Germania non sta pagando la sua giusta quota alla Nato, se ne sta approfittando". In Germania ne rimarranno 25 mila. Mentre il quartier generale dello Us Africa Command potrebbe essere spostato a Napoli dove si trova la base navale della Marina militare statunitense, oppure in Spagna.

All'inizio di questo mese la ministra della Difesa tedesca Annegret Kramp-Karrenbauer aveva espresso rammarico per la decisione di Washington di ritirare i soldati americani dalla Germania, auspicando allo stesso tempo che la ridistribuzione delle truppe in Europa avrebbe mostrato l'impegno americano nel partenariato transatlantico.

Ad ogni modo, fonti ufficiali della difesa americana ammettono che il progetto necessita di anni per essere portato a termine.

Tuttavia Trump, che ha diretto la mossa, ha dichiarato di averlo fatto a causa del mancato raggiungimento da parte di Berlino dell'obiettivo della NATO di spendere il 2% del PIL in difesa, spendendo solo circa l'1,38%. Uno scontro che va oltre la questione Nato.

"L'attuale piano dell'EUCOM (comando europeo delle truppe statunitensi - ndr) riposiziona circa 11.900 soldati dalla Germania", ha detto Esper durante una conferenza stampa al Pentagono.

La decisione di Trump è stata criticata da molti negli Stati Uniti, sia dai democratici che dai repubblicani.