Robert De Niro rischia la bancarotta a causa del coronavirus

Robert De Niro rischia la bancarotta a causa del coronavirus

Nonostante risulti come l'attore più pagato al mondo, con un guadagno di 96 milioni di dollari solo tra giugno 2019 e giugno 2020 (lo dice la lista di People With Money), Robert De Niro dice di essere sull'orlo della bancarotta.

Non c'è pace per Robert De Niro, amatissimo attore italo-americano! Tuttavia l'uomo ha dichiarato di trovarsi praticamente sul lastrico e di aver dovuto dimezzare il tetto messo a disposizione dell'ex moglie a causa delle perdite subite dalle sulle sue catene di ristorazione e alberghiere, due dei settori maggiormente colpiti dal lockdown.

Kevin McDonough, avvocato della Hightower, insinua che Robert De Niro stia utilizzando la scusa del Coronavirus per tagliare i fondi alla (ex) moglie. Il legale ha anche rivelato che in base a un accordo del 2004, De Niro deve pagare alla Hightower un milione di dollari all'anno a patto che il suo reddito superi i 15 milioni: se i guadagni calano, anche gli alimenti alla ex moglie diminuiscono di conseguenza.

La pandemia Coronavirus ha inferto un grave colpo a due delle iniziative che fanno capo all'attore, la catena di ristoranti Nobu e il Greenwich Hotel, entrambi chiusi o parzialmente chiusi da mesi. Come se non bastasse questa situazione, lo ha portato a doversi rivolgere a una banca, per chiedere in prestito 500 mila dollari.

Secondo Krauss, Nobu ha perso 3 milioni ad aprile a altri 1,87 milioni a maggio.

De Niro senza soldi? La donna, con la quale De Niro ha avuto una turbolenta relazione dal 1997, depositando la richiesta di divorzio nel 2018, ha fatto anche sapere che i loro figli sono stati banditi dalla tenuta dove la superstar di Hollywood sta trascorrendo l'isolamento.