Pompeo: USA stanno prendendo in considerazione divieto delle app cinesi, incluso TikTok

Pompeo: USA stanno prendendo in considerazione divieto delle app cinesi, incluso TikTok

Pompeo in precedenza ha accolto con favore una mossa simile da parte dell'India, che con un ordine provvisorio ha bloccato TikTok e altre 58 app cinesi, due settimane dopo che i due paesi hanno visto il primo scontro mortale alle frontiere negli ultimi decenni.

Gli Stati Uniti stanno "esaminando" un possibile divieto per le app dei social media cinesi, tra cui TikTok.

A dichiararlo è il segretario di Stato Mike Pompeo in un'intervista a Fox News, aggiungendo che "stiamo prendendo molto sul serio" la possibilità.

TikTok ha annunciato che bloccherà la propria app ad Hong Kong a seguito dell'adozione della nuova legge sulla sicurezza nazionale che ha garantito maggiori poteri al governo centrale. ByteDance si è limitata a dichiarare tramite un portavoce che "alla luce dei recenti eventi" avrebbe "interrotto le operazioni relative all'app di TikTok a Hong Kong", ma la piattaforma di condivisione video non è l'unica realtà del mondo tecnologico che si è mostrata preoccupata dagli eventi di questi giorni.

Anche Facebook, Google e Twitter hanno rigettato la richiesta del governo e la polizia di Hong Kong, che avevano chiesto di ottenere accesso alle informazioni degli utenti in base a quanto stabilito dalla nuova legge. La nostra priorità assoluta è promuovere un'esperienza sicura e un luogo protetto per i nostri utenti.