Migranti, sindaco Lampedusa: hotspot non al collasso, non c'è invasione di migranti

Migranti, sindaco Lampedusa: hotspot non al collasso, non c'è invasione di migranti

Diversi sbarchi a Lampedusa anche ieri, mercoledì 22 luglio, e nella notte: ci sono stati sia avvistamenti e soccorsi di barchini nelle acque antistanti all'isola, sia approdi direttamente sulla terraferma.

Intanto nell'isola è arrivato Matteo Salvini, che si è recato a casa della signora Rosa Policardi, fervente sostenitrice del leader della Lega, prima di andare a visitare l'hotspot. Il capitano ha scelto i giorni caldi dell'emergenza immigrazione per arrivare a Lampedusa e tra selfie e bagni di folla non ha rinunciato a una tappa all'hotspot di contrada Imbriacola.

"I soldi per Lampedusa il governo fatica a trovarli ma ecco live l'esempio di turisti che non pagano ma vengono pagati per fare i turisti, gli ennesimi clandestini che restano a scrocco e a spese degli italiani: oggi abbiamo visitato il centro per gli immigrati di Lampedusa che dovrebbe ospitarne 190 ma ne ospita 800 di cui 700 maschi adulti, robusti, belli forti, telefonino, occhiali da sole, cappellino, scarpette.", è la 'telecronaca' del segretario leghista, che accusa il "Governo complice dei criminali". "Da ministro dell'Interno non è mai stato qui, nonostante i ripetuti inviti - dice il primo cittadino -". "Quando si è in campagna elettorale si esagera sempre, si dicono delle cose che sarebbe meglio non dire, mi dispiace questo livore nei confronti della Regione Lombardia". Ma ci sono padri che pensano alla salute dei figli e altri che fanno come il Conte Ugolino.

Anche solo a guardare i numeri, però, appare evidente che non è e non può essere così.

La prefettura di Agrigento ha disposto il trasferimento di 200 tunisini con il traghetto di linea che giungerà in serata a Porto Empedocle. "L'emergenza c'è perché abbiamo decine di sbarchi al giorno, senza considerare poi le carrette del mare lasciate alla deriva e quelle ammassate al molo Favarolo".