LAZIO SASSUOLO Inzaghi: "Noi poco brillanti, ma non dobbiamo mollare"

LAZIO SASSUOLO Inzaghi:

Prima del lockdown avevo detto che non era un azzardo pensare al titolo, ora però dobbiamo guardare in faccia la realtà.

Abbiamo parlato tanto con i ragazzi, è un momento difficile e non dobbiamo disunirci, ma abbiamo un calendario difficile, con tante partite ravvicinate e sarà complicato recuperare qualcuno. Non dobbiamo mollare e fare qualche punto in più. "I ragazzi infatti le stanno sbagliando". Nonostante gli assalti iniziali a passare in vantaggio sono i capitolini che la sbloccano con un lestissimo Luis Alberto che si fa trovare pronto nel momento giusto. Dobbiamo cercare di andare avanti con fiducia. Abbiamo due trasferte consecutive, una mercoledì a Udine e l'altra dopo cinque giorni in casa della Juventus. "Dobbiamo fare i punti per raggiungere la Champions League". "Ma dobbiamo andare avanti a questa problematica, non bisogna perdere determinate partite". "Ho i soliti nove-dieci che vanno in campo". A livello di rotazioni siamo in difficoltà. Molti calciatori non sono al top della forma: Cataldi, Leiva e Milinkovic non potevano giocare una partita intera, ho chiesto loro un sacrificio.

"Gli episodi in questo momenti non ci aiutano".

"Non ci credo perché la squadra ha fatto finali, ha fatto gare importanti con grande personalità". Non sono finiti i guai per i laziali e al 91esimo il solito Caputo di testa fa esultare De Zerbi e tutta la panchina neroverde: quarta vittoria consecutiva per gli emiliani che fa sognare. Affrontando la Champions dovremo avere rotazioni. I giocatori che sono fuori ora me le avrebbero garantite.