Inter-Bologna, Conte: "Bologna ostacolo duro. Contenti di riavere Brozovic"

Inter-Bologna, Conte:

L'incontro è in programma domenica 5 luglio, con calcio d'inizio fissato per le ore 17.15. Mihajlovic riuscirà a far la doppietta dopo che a febbraio 2019 vinse contro i neroazzurri la prima partita del suo secondo mandato da allenatore rosso-blu?

Cosa serve per una vittoria in casa dell'Inter?

Per quanto riguarda I bolognesi, pare abbia recuperato il difensore Mbaye ma all'appello mancano ancora diversi giocatori. Ancora fuori anche capitano Poli che si è dovuto fermare durante la partita contro la Samp per un problema muscolare all'adduttore sinistro. Il recupero di Marcelo Brozovic, dopo lo stop per infortunio. Al centro Medel, Shouten e Soriano. A centrocamposta, Schouten e Medel, con la linea dei trequartisti composta da Orsolini, Soriano e Sansone, in appoggio all'unica punta Barrow. Indisponibili dell'Inter invece: Moses, Sensi, Skriniar e Vicino. Nonostante la loro forza, sono fiducioso: "se giochiamo come sappiamo possiamo mettere in difficoltà chiunque". La squadra sta bene, ha voglia di fare. Con il Cagliari abbiamo fatto una bella gara, avremmo meritato di vincere. Rimontammo da 1-0 a 2-1, sappiamo che partita ci aspetta, i ragazzi sono preparati. "Con queste assenze abbiamo poca scelta - spiega Mihajlovic - Tomiyasu e Orsolini sono senza cambio e hanno giocato sempre". Penso che un allenatore deve trovare la medicina giusta per ogni giocatore proprio come un genitore.

Combattivi fino alla fine - "Sembra che il Bologna sia già salvo e nel contempo non possa andare in Europa..." Barrow, se dovesse migliorare un po' di cose sul piano caratteriale, potrebbe fare la differenza in tutte le squadre. Si prova con le buone, poi se non funziona si prova con le cattive e se non va neanche così si vende e si prende qualcun altro.

Pochi gol in rapporto alle occasioni - "Questo era un problema anche prima dello stop, abbiamo sempre giocato bene ma concretizzato poco. Sappiamo cosa fare e siamo consapevoli che non si può essere perfetti fin da subito, occorre continuare a lavorare mantenendo alta la fiducia in se stessi: col passare del tempo, vedendo i miglioramenti, anche l'autostima e la consapevolezza nei nostri mezzi aumenteranno". Il lavoro alla fine paga.