Gattuso: "A Barcellona, possiamo fare la storia di Napoli"

Gattuso:

Per quello che creiamo e per quello che subiamo segniamo poco e prendiamo troppi gol. Ci sta di poter rischiare, ma a livello qualitativo creiamo tanto. E' qualcosa che mi fa arrabbiare, succede troppo spesso, io non ricordo squadre che gestiscono le partite per 90 minuti e quindi ci sta soffrire, per fortuna ci sono stati i fuorigioco ma il primo pareggio era alla prima occasione loro e le gare possono cambiare così. Al 38' del primo tempo lo stesso Djuricic raccoglie una respinta del portiere e insacca ma, ancora una volta, si vede negare il gol, questa volta per fuorigioco del compagno Traoré.

La Roma - In Italia il suo potente agente ha già captato l'interessamento della Roma: d'altronde, andando in scadenza nel giugno del 2021, il suo cartellino è un affare, perché difficile che il Napoli possa chiedere più di 10 milioni per un esterno che tra dodici mesi va in scadenza e che da febbraio può firmare a parametro zero. "Ora siamo una squadra a tratti, ma sono due giocatori che mi danno cose diverse".

Su cosa può migliorare il Napoli: "Bisogna starci sempre con la testa".

Fabiàn ha sbagliato tanto, ci sta. Mario Rui l'ho lasciato a riposo, anche qualcun'altro dovrà tirare il fiato. "Oggi i due centrocampisti hanno sbagliato tanto".

Demme o Lobotka col Barça? . "Sarà dura, dicono che il Barcellona è in difficoltà, ma ha grandi giocatori e dobbiamo arrivarci al meglio, facendo sacrifici". Mi danno qualcosa di diverso, lo sapevamo quando li abbiamo comprati.

Hysaj? Sono contento della prestazione, quando sento dire che abbiamo giocato la partita a 50 e 50... Non era facile dopo il Parma. Avevo chiesto di alzare l'asticella. IN questo momento la città non ti aiuta, ci sono belle isole, belle barche, c'è caldo ed in casa non si può stare, in questo periodo qua non è facile aiutare una squadra come la mia.