Fitch conferma il rating per l'Italia

Fitch conferma il rating per l'Italia

Mentre il Tesoro si appresta a chiudere l'emissione del Btp Futura, cresce l'attesa per il nuovo verdetto dell'agenzia di rating Fitch sul giudizio dell'Italia, in calendario oggi. Il "downgrade" del nostro Paese era già arrivato lo scorso 28 aprile, quando l'agenzia aveva abbassato il rating dell'Italia da BBB a BBB-, a un solo gradino dal livello "junk", o "spazzatura".

Quello di S&P, altra importante agenzia di rating, è invece migliore: "Bbb" con outlook negativo. La decisione presa oltre due mesi fa da Fitch porta così il rating dell'Italia all'ultimo gradino considerato "investment grade", nel quale viene consigliato l'investimento. "Ma si prevede che la crescita tornerà positiva nel secondo semestre del 2020". Fitch conferma le stime sul Pil che prevede un calo del 9,5% per il 2020 e una ripresa a +4,4% nel 2021 e +2,1% nel 2022. Al 30 giogno 2020 i nuovi mandati di servicing sono pari a 3,3 miliardi di euro.