Fiorentina-Bologna 4-0, doppietta di Chiesa che diventa il capocannoniere della viola

Fiorentina-Bologna 4-0, doppietta di Chiesa che diventa il capocannoniere della viola

FIORENTINA (3-5-2): Terracciano (39′ st Brancolini); Milenkovic, Pezzella Ge., Caceres; Venuti (22′ st Lirola), Ghezzal (10′ st Duncan), Pulgar, Castrovilli, Dalbert (39′ st Terzic); Chiesa, Cutrone (22′ st Kouame).

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski, Mbaye, Danilo (88′ Bonini), Corbo, Denswil, Dominguez (64′ Schouten), Medel (64′ Svanberg), Orsolini, Soriano (64′ Baldursson), Sansone, Barrow.

Al 89′ tripletta di Federico Chiesa e abbraccio con il mister Iachini. Serata magica per il numero 25 viola, tripletta e protagonista assoluto nel 4-0 della Fiorentina sul Bologna. Iachini "vendica" il beffardo 1-1 dell'andata quando, al suo debutto in panchina, incassò al 94' il gol di Orsolini su punizione.

L'esterno d'attacco Chiesa diventa il primo capocannoniere della squadra viola con 10 realizzazioni. Nelle ultime settimane alcuni si sono interrogati sulle motivazioni di Chiesa: "Lo lascio fare a chi non sostiene la Fiorentina e ne cerca il male".

Il grande assente del match è Ribery, risentimento all'adduttore destro per lui e nemmeno presente in panchina. Si rivede Castrovilli a centrocampo, confermatissimo il trio difensivo così come Terracciano.

Privo dello squalificato Palacio, Mihajlovic avanzerà Barrow con Sansone il quale agirà sulla trequarti con Soriano e Orsolini. Novità Corbo in difesa, classe 2000 che aveva già giocato mezz'ora nel 5-1 incassato dal Milan a San Siro.

Sfiora il gol per pochi centimetri Sansone al 16' ma manca il pallone in scivolata e fa svanire una bella combinazione tra Barrow e Orsolini in area. La rete galvanizza i padroni di casa e soprattutto Chiesa, il quale dopo essere fermato in fuorigioco (8') sigla il raddoppio un minuto dopo, grazie ad una sontuosa giocata che fa impazzire Danilo e poi, dopo la respinta fortunosa di Skorupski, lo supera. Bologna che diventa l'avversaria più punita da Chiesa in Serie A (4 gol segnati), ma il conto è ancora aperto. Arriva però il tris al 74' con Milenkovic bravo a controllare e scaricare alle spalle di Skorupski dagli sviluppi di palla inattiva.