F1 | Hamilton: "Grazie a Toto e Mercedes per avermi ascoltato"

F1 | Hamilton:

La squadra campione del mondo ha rivelato questa mattina, completamente a sorpresa la sua nuova livrea per tutto il 2020.

Concentrandosi sull'halo, il dispositivo di sicurezza che protegge la testa del pilota e introdotto in F1 nel 2018, si nota poi la scritta "End Racism", mentre sugli specchietti spicca l'arcobaleno con l'adesivo #WeRaceAsOne. Il team campione del mondo ha deciso di seguire l'esempio del movimento Black Lives Matter. "Il razzismo e la discriminazione non hanno posto nella nostra società, nel nostro sport o nella nostra squadra: questa è una convinzione fondamentale in Mercedes".

"Siamo orgogliosi della nostra cultura e dei nostri valori". Il team è consapevole della disuguaglianza esistente, poiché il 3% del numero di lavoratori appartenenti a gruppi di minoranze etniche sono all'interno della sua struttura. Frutto anche della battaglia che sta portando avanti il capofila della Mercedes, Lewis Hamilton, contro la piaga razzismo. Il pilota inglese ha recentemente avviato una sua campagna di ricerca in collaborazione con la Royal Academy of Engineering denominata Hamilton Commission volta anch'essa diminuire le disuguaglianze sociale dovute al colore della pelle. Ma avere le giuste credenze e la giusta mentalità non è sufficiente se rimaniamo in silenzio. Quando ho parlato con Toto delle mie speranze su ciò che potevamo ottenere come squadra, ho detto che era così importante essere uniti. Vorrei ringraziare enormemente tutta la direzione Mercedes per aver dedicato del tempo ad ascoltare, parlare e comprendere a fondo le mie esperienze, e sottolineare la passione con cui hanno dimostrato di aprirsi al cambiamento. Il Team ha dichiarato che vuole investire in un programma di "Diversità ed Inclusione" per far sì che migliori l'accessibilità alla F1 per chiunque, in modo tale da appiattire qualsiasi tipo di disuguaglianza, non solo quelle razziali. "Vogliamo costruire un'eredità che vada oltre lo sport e se possiamo essere i leader e possiamo iniziare a costruire più diversità all'interno della nostra attività, invieremo un messaggio così forte e daremo agli altri la fiducia necessaria per avviare un dialogo su come possono attuare il cambiamento".