Csc: produzione industria -21,6% ⋆ CorriereQuotidiano.it - Il giornale delle Buone Notizie

Csc: produzione industria -21,6% ⋆ CorriereQuotidiano.it - Il giornale delle Buone Notizie

Mentre i timori sulle occupazione spingono le famiglie a risparmiare di più. A giugno si registra un'ulteriore recupero della produzione industriale su maggio (+3,9%), ma i livelli sono inferiori del 18,9% rispetto a un anno prima.

Dati che arrivano dopo l'andamento a maggio che ha visto una flessione annuale del 29,1% ed in termini congiunturali un recupero del +32,1%. "La domanda restadebole, in particolare quella estera, sulla quale continua a pesare la diversa tempistica nella diffusione del virus nel resto del mondo (in questa fase risultano più penalizzate le esportazioni italiane in USA e Sud America)", sottolinea Confindustria. Nel secondo trimestre, spiega Confindustria, si accentua la caduta dell'attività (-21,6% dopo -8,4% nel primo). Per quanto riguarda la domanda interna, il recupero dovuto alla riapertura delle attivit soffocato da un'estrema incertezza sui tempi di uscita dalla crisi sanitaria in Italia. Il tasso di investimento delle imprese - misurato dalla quota di investimenti fissi sul valore aggiunto - è invece sceso al 20,9% (da 21,3% nel quarto trimestre 2019). In ogni caso non è un buon segnale sugli andamenti futuri della produzione.

In questa fase, conclude viale dell'Astronomia, la fiducia di imprese e famiglie rappresenta il fattore determinante per la ripartenza. In assenza di un miglioramento delle condizioni interne e internazionali che alimentano questa fiducia, l'efficacia delle politiche di sostegno alla domanda rischia di essere molto limitata e di aumentare ulteriormente il risparmio, vanificando in parte gli sforzi fatti finora.