Covid: figlio scala parete dell'ospedale per l'ultimo saluto alla mamma

Covid: figlio scala parete dell'ospedale per l'ultimo saluto alla mamma

Non ha voluto lasciarla da sola un attimo e, dal 16 luglio fino alla morte, è rimasto a vegliare sulla donna di 73 anni.

A rendere nota la vicenda è stato il diplomatico Onu Mohamad Safa che sul proprio profilo Twitter ha raccontato l'accaduto allegando una vignetta relativa all'amore di un figlio per la propria madre.

Ricoverata e intubata nel reparto di terapia intensiva della struttura ospedaliera di Hebron, la madre del giovane non poteva ricevere visite per via dei protocolli di sicurezza imposti dall'emergenza coronavirus. E si sedeva lì fuori, a guardarla. Già malata di leucemia, le condizioni di Rasmi Suwaiti si erano infatti aggravate dopo la sua riscontrata positività all'infezione cinque giorni prima del decesso. La storia è stata ripresa e raccontata dal sito NDTV, a cui il ragazzo ha spiegato che "ero con lei anche nei suoi ultimi istanti di vita, poco prima di vederla morire avevo capito che non c'era più alcuna speranza".

Se c'è una cosa che stringe il cuore e provoca una profonda tristezza è non poter salutare i propri cari sul letto di morte.

Un 30enne palestinese, Jihad Al-Suwaiti, non si fermato di fronte a questa cosa e ha trovato un modo per stare accanto alla madre affetta da Covid, in ospedale.