Coronavirus nel Lazio: mettete la mascherina o chiudiamo tutto

Coronavirus nel Lazio: mettete la mascherina o chiudiamo tutto

Un nuovo caso si è inoltre verificato a Rieti, dove da dieci giorni non si registrava più nessun contagio. Non possiamo tornare indietro e disperdere gli sforzi fatti fin qui. Di questi, 10 sono casi di importazione: 6 sono di nazionalità Bangladesh, un caso dall'Iraq, uno dall'India e due dal Pakistan.

L'assessore regionale D'Amato ha dichiarato: "Questa mattina ho fatto visita alla Rsa pubblica di Albano e voglio ringraziare tutto il personale della Asl Roma 6 per il grande impegno e la professionalità mostrati in questo periodo di emergenza". Positiva anche una donna che ha un link familiare con un caso di rientro dall'Iraq. Un paziente è stato segnalato dal medico di medicina generale e una persona ha un link con un cluster familiare già noto.

'Dobbiamo usare la mascherina o rischiamo nuovi casi come in Catalogna' prosegue l'assessore. Un caso di una persona in fase di pre-ospedalizzazione al Policlinico Umberto I. Nella Asl Roma 2 dei quattro nuovi casi nelle ultime 24h due sono persone di nazionalità del Bangladesh e riferite all'esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in. Sei uomini bengalesi sono già stati identificati dalle autorità C'è poi un uomo di ritorno dal Pakistan che si trova ricoverato all'ospedale Spallanzani in condizioni molto gravi. Per le persone rientrate con i voli dall'estero e risultate positive al coronavirus, è stato attivato il contact tracing internazionale. Nelle province quattro nuovi casi: tre nella Asl di Frosinone, un uomo in accesso al pronto soccorso di Sora e due donne in accesso al pronto soccorso di Frosinone. Nella Asl Roma 3 sono sei i nuovi casi nelle ultime 24h e di questi due sono persone di nazionalità del Bangladesh e riferite all'esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in. Sebbene nelle ultime 24 ore si siano registrati solamente 17 nuovi casi, di cui 10 provenienti dall'estero, nella regione l'indice Rt ha superato il valore di 1, e l'assessore regionale della Sanità si è detto pronto a far gravare nuovamente la scure della chiusura sulla Regione, qualora si rendesse necessaria.