Coronavirus: meno contagi su base giornaliera, in calo i ricoveri

Coronavirus: meno contagi su base giornaliera, in calo i ricoveri

A Los Angeles e in altre sei contee californiane è stato ordinato di chiudere di nuovo, mentre parti del Paese reintroducono le misure restrittive per cercare di arginare il recente nuovo balzo di contagi da coronavirus.

Roma, 28 giu. (askanews) - Gli Stati Uniti hanno superato i 2 milioni e mezzo di contagi Sars-Cov-2: 2.510.323 secondo i dati della Johns Hopkins University, e si confermano il Paese più colpito. L'India registra 19.906 nuovi casi di coronavirus Israele si trova "all'inizio di una nuova ondata di malattia": lo ha detto il ministro della sanità Yoel Edelstein in un intervento tv. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 216.852 e quello dei morti a 26.648. Lo ha reso noto oggi il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook.

Il Covid-19 avanza però anche in America latina. Ha ucciso quasi 500.000 persone.

In Cina, dove la pandemia è scoppiata, si registrano invece dodici nuovi casi di contagio da Covid-19, di cui sette a Pechino, dove nelle scorse settimane un focolaio è scoppiato in uno dei più importanti mercati all'ingrosso di pesce.

Sabato, la Florida ha riportato oltre 9.500 nuovi casi di contagio, battendo il record per il secondo giorno consecutivo. Nel complesso, le infezioni si sono portate a 83.512: 418 pazienti sono ricoverati, di cui 8 in gravi condizioni. Sono 78.460 finora i guariti, a fronte di 4.634 decessi. Il Paese conta al momento un totale di 1.313.667 di casi confermati e 57.070 vittime ed è secondo al mondo per numero di morti e contagi dopo gli Stati Uniti. In ogni caso, il numero di decessi quotidiani della prima potenza economica del pianeta continua a diminuire, con 355 morti nelle ultime 24 ore. Il tanto temuto e atteso aggiornamento fornito dalla Johns Hopkins University parla chiaro: l'effetto del virus sugli Usa non si è ancora placato.