Coronavirus, in Toscana 16 nuovi casi

Coronavirus, in Toscana 16 nuovi casi

Il Governo intervenga" "Occorre che il Governo intervenga: in particolare i ministeri dell'Interno e della Salute - afferma Rossi preoccupato dai focolai di ritorno di origine straniera -Altrimenti se il tracciamento dei passeggeri e la loro sorveglianza attiva non sarà possibile, non resterà che un'unica opzione: bloccare i voli diretti. E chiede di conoscere i dati non solo di chi è atterrato o atterrerà a Firenze e a Pisa ma anche in altri aeroporti italiani e da lì si sposti in Toscana.

Nell'ultima settimana si sono registrati cinquantadue nuovi casi Covid-19 e di questi 31 sono di origine straniera, di cui ventisette solo dall'Albania.

Questi i dati - diffusi dalla Regione Toscana - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale. Le persone al momento non guarite, in cura o sotto osservazione, sono 325 (+3,5 per cento): dodici ricoverate in ospedale (ieri erano tredici) e nessuno in terapia intensiva, a differenza di un paziente che c'era ieri; le altre 313 sono a casa in isolamento domiciliare. È la prima volta dall'inizio di marzo e dall'inizio dell'epidemia che non ci sono ricoverati in terapia intensiva nei reparti Covid degli ospedali toscani.

I test, quelli con tampone, eseguiti da febbraio hanno raggiunto il numero di 390.676, 2.791 in più rispetto a ieri.

Delle 8.921 persone guarite dall'avvio dell'epidemia (1 in più rispetto a ieri, più 0,01%), 149 sono "clinicamente guarite" (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione, e 8.772 (più 1 rispetto a ieri, più 0,01%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

A partire dal 24 giugno scorso, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio. Oggi complessivamente sono dunque dieci i nuovi casi riscontrati nell'Asl Centro, una nella Nord Ovest e cinque nella Sud est.

La Toscana si conferma al decimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 278 casi per 100 mila abitanti (media italiana circa 405 per 100 mila, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 542 casi per centomila abitanti, Lucca con 352 e Firenze con 320, la più bassa Livorno con 144. Sarà inoltre garantita la scelta di isolamento presso alberghi sanitari, per chi risulti positivo e per chi ha avuto eventuali contatti stretti con i positivi. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (88,8 ogni 100 mila abitanti), Firenze (41) e Lucca (36,9), il più basso a Grosseto.

Gli altri positivi emersi in Toscana sono stati rilevati in provincia di Arezzo (5) e Massa Carrara (1). Attualmente verso l'Italia possono viaggiare solamente gli albanesi che sono in possesso di un permesso di soggiorno e sono residenti nel paese, visto che la Commissione Europea aveva lasciato l'Albania fuori dall'elenco dei paesi che possono transitare liberamente verso i paesi UE.