Coronavirus, chiuso un negozio di ottica: positiva una famiglia

Coronavirus, chiuso un negozio di ottica: positiva una famiglia

Quindi, di fronte alla pandemia, cerchiamo ancora più del solito conforto in quelli che la pensano come noi - e cerchiamo di identificare membri prestigiosi del clan, che manifestano opinioni di nostro interesse; cerchiamo di guardare alle loro espressioni, alla loro mimica, alla loro storia, più che ai loro dati, e seguiamo il canale della nostra empatia per fidarci dell'uno, invece che dell'altro.

"Questa pandemia di livello globale, non è un evento indipendente che ci sta capitando come una grande sventura; fa parte di un vasto quadro di avvenimenti causati da quello che gli esseri umani stanno facendo, dal modo in cui viviamo su questo pianeta": lo ha affermato, in un'intervista ad Avvenire, David Quammen, lo studioso autore del libro "Spillover. A breve mamma e figlia potranno tornare a casa", ha detto il responsabile dell'attività di Patologia neonatale e della gravidanza, Gianpaolo Grisolia. Ad aprile Pamela presentava sintomi respiratori gravi e insieme ai colleghi avevamo deciso di ricorrere al plasma.

"Benvenuta Vittoria, l'attesa finalmente è conclusa e il tuo nome è ciò che rappresenti". Insieme alla tua mamma siete state tra le prime donne nell'Occidente a ricevere a Mantova il trattamento con il plasma: allora era sperimentale ma oggi è diventato un metodo di cura. Siete state forti, non vi siete arrese, siete state tenaci aiutando i medici nella vostra cura. "Buona vita, ti voglio bene", ha scritto su Facebook il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.