Coronavirus: Brasile ha superato i 2,6 milioni di casi

Coronavirus: Brasile ha superato i 2,6 milioni di casi

"Deve essere stato questo".

Jair Bolsonaro, da poco guarito dal Covid, afferma di sentirsi debole, di prendere ancora gli antibiotici, ma sostiene di avere "muffa nei polmoni" a causa dei 20 giorni di isolamento a cui si è dovuto sottoporre durante la malattia. Il presidente ha quindi scherzato sul fatto di avere "muffa" nei suoi polmoni "dopo 20 giorni al chiuso". "Ora sto assumendo antibiotici", ha spiegato il Presidente, senza fornire ulteriori dettagli. Ma è di ieri, 30 luglio, la notizia che sua moglie Michelle è intanto risultata positiva, così come il ministro della Scienza e della Tecnologia, Marco Pontes, diventando così il quinto ministro brasiliano contagiato.

Il Paese del Sudamerica ha registrato più di 57mila nuovi contagi in 24 ore. "Penso che (Bolsonaro) si è inventato il contagio per pubblicizzare il rimedio per la malaria (idrossiclorochina) (.) si comporta come se fosse il proprietario della fabbrica che lo produce", ha dichiarato Lula. Nei primi 5 mesi del 2020, le prescrizioni di idrossiclorochina in Brasile sono aumentate dell'863% rispetto allo stesso periodo del 2019, secondo quanto riferito dal Consiglio federale delle farmacie.