Coronavirus, bollettino della sera: lento incremento dei positivi

Coronavirus, bollettino della sera: lento incremento dei positivi

Centonovanta positivi in più a fronte di 24.253 tamponi effettuati: sono questi i dati comunicati dalla Protezione Civile sul COVID-19. Non succedeva dallo scorso febbraio, ossia da prima dell'intensificarsi dei contagi e dei decessi.

Coronavirus e contagi sul lavoro: com'è la situazione oggi in Italia? Un decesso è stato registrato in Veneto, uno nel Lazio e uno in Basilicata. Sono quindi attualmente 618 le persone infette in Regione, per un totale da inizio epidemia di 19.661. I casi totali salgono a 244.434, i morti arrivano a 35.045. Qui, sono 22 i deceduti, mentre nel Bresciano sono 20 e nel Cremonese 16. I Paesi più critici sono Stati Uniti, Brasile, Sudafrica e India. Rispetto alle attività produttive, il 72,1% del complesso delle infezioni denunciate e il 26,1% dei casi mortali si concentra nel settore della Sanità e assistenza sociale (che comprende ospedali, case di cura e di riposo, istituti, cliniche, policlinici universitari, residenze per anziani e disabili), che insieme al settore degli organismi pubblici preposti alla sanità (Asl) porta all'81,2% la quota dei contagi e al 36,6% quella dei decessi avvenuti in ambito sanitario. I pazienti ricoverati con sintomi sono 745 (+2, ieri -14), di cui 47 in terapia intensiva (ieri erano 49). L'azienda sanitaria nelle ultime 24 ore non ha riscontrato nessun caso in più neanche nel Grossetano e nel Senese che completano l'area vasta sud est di competenza.