Ciclismo: a fine anno Froome lascia la Ineos

Ciclismo: a fine anno Froome lascia la Ineos

Team Ineos e Chris Froome si separano. "Stiamo facendo questo annuncio con grande anticipo per mettere fine alle recenti speculazioni e consentire al Team di concentrarsi sulla stagione che sta per ripartire". "Dati i suoi traguardi conquistati, Chris ha comprensibilmente la volontà di essere leader unico all'interno di una squadra, aspetto che non possiamo garantirgli". "Penso che separarci sia la cosa migliore per entrambi". Dire addio al Team INEOS, invece, può dargli questa certezza.

"Questo è un momento storico per la Isn, Israele, lo sport israeliano, i nostri numerosi fan in tutto il mondo e, ovviamente, per me personalmente è un momento di enorme orgoglio", ha affermato il co-proprietario della squadra, il miliardario canadese Sylvan Adams.

Qualche settimana fa era circolata la notizia che il Kenyano Bianco potesse lasciare la sua attuale squadra già in questa annata, alla vigilia del Tour de France. "Sarà un modello da seguire per tutta la nostra squadra".

Saluta anche Froome con parole al miele verso il team: "E' stato un decennio fenomenale, abbiamo vinto tanto insieme e conserverò sempre con affetto questi ricordi. Mi aspettano nuove eccitanti sfide nel prossimo capitolo della mia carriera ma al contempo resto concentrato sull'obiettivo di vincere il mio quinto Tour con Ineos". In casa Ineos dovrà dividere i gradi di capitano con il gallese Eraint Thomas e il colombiano Egan Bernal, ovvero con i due ultimi vincitori della Grande Boucle: difficile trovare spazi, impossibile trovare accordi. Il contratto del 35enne britannico con Ineos scade a dicembre e il team ha deciso di non rinnovarlo, chiudendo così una collaborazione decennale durante la quale Froome ha collezionato sette trionfi nei Grandi Giri. E a chiusura del comunicato, un saluto in ebraico: "Baruch Haba Chris Froome", benvenuto Chris Froome.