Carlotta, morta a 18 anni a Mykonos. Si indaga sull'autonoleggio

Carlotta, morta a 18 anni a Mykonos. Si indaga sull'autonoleggio

Ferite le amiche che erano con lei. L'auto, prima di finire sulla scogliera che costeggia la strada provinciale Agios Stefanos-Fanari, avrebbe sbandato, ma non è chiaro il motivo della perdita di controllo del mezzo. L'impatto per lei è stato senza scampo, come riferiscono diversi siti locali, è stata sbalzata via dall'abitacolo. "Non so quando ci sarà il funerale", ha aggiunto Materia che assicura: "come scuola, io personalmente e una delegazione, saremo presenti, su questo non ci sono dubbi". La ragazza era in vacanza con gli amici. Solo una ha riportato un trauma cranico e se l'è cavata con quindici punti di sutura. Bellissime e spensierate di ritorno da una notte al noto locale dell'isola Tropicana, sono finite fuori strada sugli scogli, a una manciata di metri dal mare, all'alba mentre stavano rincasando nell'alloggio preso in affitto. La vita e i sogni di Carlotta si sono infranti sugli scogli dove l'auto sulla quale era a bordo è precipitata. Sul suo profilo Instagram ci sono ancora le foto e i video con i messaggi di auguri e gli scatti della festa che avevano organizzato per lei. Nell'incidente è stata coinvolta una sua amica che ora è gravemente ferita ma non è in pericolo di vita. Non ancora le due ragazze che erano alla guida, né la giovane ferita. Carlotta aveva frequentato il quarto anno all'indirizzo linguistico.

Il sindaco Andrea Romizi, a nome dell'intera Amministrazione comunale e della città tutta, esprime vivo e sentito cordoglio per la tragica scomparsa della giovane perugina Carlotta Martellini: "Alla famiglia della ragazza, che aveva da poco compiuto di 18 anni, il sindaco ha voluto rivolgere un pensiero di sostegno e vicinanza, stringendosi attorno ai genitori nel dolore per questa assurda tragedia che ha colpito l'intera comunità perugina". Anche gli altri genitori sono stati immediatamente avvertiti e tutti si sono adoperati per andare nell'sola dell'Egeo anche se le restrizioni a causa dell'emergenza Covid hanno creato qualche problema. Per quanto riguarda invece il rientro delle ragazze a Perugia, è arrivato l'ok per alcune di loro, mentre altre, le due che erano alla guida delle due autovetture, sarebbero state ascoltate a lungo dalle autorità del posto che stanno indagando per cercare di ricostruire la dinamica dell'incidente che ha coinvolto i due fuoristrada. "Che trovino forza e speranza in un momento così drammatico". Tra coloro che la ricordano anche il presidente dell'Associazione Filarmonica di Solomeo, Stefano Gabrielli.