Amazon vieta TikTok ai suoi dipendenti e poi fa marcia indietro

Amazon vieta TikTok ai suoi dipendenti e poi fa marcia indietro

TikTok si trova sempre più nell'occhio del ciclone. Un errore. Insomma, il messaggio di posto con cui Amazon ieri ha intimato ai suoi dipendenti eliminare la famosa app video TikTok dai loro telefoni è stata inviata per sbaglio.

"Se hai TikTok sul tuo dispositivo, devi rimuoverlo entro il 10 luglio per mantenere accesso alla email Amazon", si legge in una email letta da CNBC.

La notizia del ban di TikTok per i dipendenti Amazon è trapelata all'inizio dal New York Times, entrato in possesso di una nota ai dipendenti. L'avviso ha effetto immediato e quindi l'app TikTok non è più consentita sui dispositivi che sono collegati ad Amazon Email dopo venerdì.

L'uso di TikTok è aumentato notevolmente in Usa e nel Mondo con l'emergenza coronavirus ma di pari passo sono aumentati i timori e il pressing delle autorità americane sull'uso dei dati, sopratutto legati alla possibilità che vengano condivisi con il governo cinese.

Amazon ha chiesto ai propri dipendenti di rimuovere l'app di TikTok dagli smartphone a causa di rischi per la sicurezza. Lo stesso segretario di stato americano, Mike Pompeo, ha detto lunedì che l'amministrazione Trump stava pensando di bloccare alcune app cinesi, che ha definito una minaccia alla sicurezza nazionale.

"Non capiamo le loro preoccupazioni", ha detto TikTok aggiungendo che la società avrebbe accolto con favore un dialogo per affrontare gli eventuali problemi con Amazon.

Negli ultimi tempi il social network si è sforzata di rimarcare tale distinzione nominando un CEO statunitense e ricordando che i suoi server sono negli Stati Uniti e a Singapore.