Uccide i due figli e si toglie la vita

Uccide i due figli e si toglie la vita

I corpi dei due bambini sono stati ritrovati dalla madre, a Margno, un paese in Alta Valassina. Il particolare è emerso da una prima ricostruzione degli inquirenti che indagano sulla tragedia di Margno, in provincia di Lecco in un condominio in piazzale della Funivia. Appena commesso il fatto, l'uomo si sarebbe allontanato immediatamente dalla scena del crimine, ma a quanto pare non per darsi alla fuga.

Secondo le prime informazioni, sarebbero stati strangolati dal padre. L'uomo è stato trovato cadavere poco distante, forse essendosi gettato da un ponte.

Non accettava la separazione dalla moglie: ecco perché ha ucciso i figli, due gemelli di dodici anni, prima di togliersi la vita.

"Conosco bene la famiglia, sono villeggianti da tanto tempo qui a Margno, come noi - aggiunge sconvolto il vicino di casa -".

Due bambini uccisi nel Lecchese, trovato un uomo suicida. Si tratterebbe del padre
"Non vedrai più i tuoi figli": il messaggio alla moglie poi la tragedia

Sul luogo del duplice omicidio intanto, con il medico legale, è arrivato anche il sostituto procuratore Andrea Figoni, della procura di Lecco. L'uomo avrebbe prima sedato i bambini, per poi togliere loro la vita tramite asfissia. Urlava 'non si svegliano, non si svegliano'. Secondo il Corriere della Sera l'ultimo post pubblicato dall'uomo sarebbe stato lanciato verso le 3 di notte: una galleria di foto con i due bambini. "Anche gli uomini della croce rossa piangevano".

'Coi miei ragazzi sempre insieme' è il testo a corredo delle ultime foto postate sui social dal quarantacinquenne.

"L'autopsia chiarirà se ci sia stata sedazione - conclude Chiappani -, dunque premeditazione".

"'Io conosco i nonni di queste creature - sottolinea il parroco - sono 40 anni che vengono qui in villeggiatura".