Razzismo: Fidanza, 'sì condanna no a deliri ideologici'

Razzismo: Fidanza, 'sì condanna no a deliri ideologici'

Roma, 19 giu. (askanews) - "Fratelli d'Italia ha coerentemente sostenuto l'emendamento Campomenosi (Lega) per l'esclusione del comparto balneare italiano dalla direttiva Bolkestein, che da anni blocca gli investimenti in uno dei settori pi importanti del nostro turismo".

Questa mattina, su Twitter, il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha definito una "vergogna" questa scelta, sottolineando come ci sia "chi soffia sull'odio e chi, come noi, lo combatterà sempre". Nel testo si afferma che 'Black Lives Matter' e si condanna "l'atroce morte" del 46enne afroamericano, ma anche tutte le uccisioni analoghe nel resto del mondo. A favore della proposta Pd, M5s, Italia Viva e Forza Italia.

"Per Lega e Fratelli d'Italia il razzismo, l'odio e la violenza non sono da condannare. Nello specifico, non si condivide l'impostazione del documento: si ritiene inopportuno paragonare la situazione Usa con quella UE, spesso sovrapponendole in maniera errata, e non si condividono le prese di posizione e le strumentalizzazioni per attaccare indiscriminatamente i rappresentanti delle forze dell'ordine". "Pensiamo inoltre - hanno spiegato - che sia un tema di diritti civili trasversali, stravolto da una campagna mediatica che ha fomentato fenomeni di violenza e vandali".

Dello stesso parere anche FdI il cui capodelegazione, Carlo Fidanza, ha spiegato che "nel ribadire la ferma condanna per l'uccisione di George Floyd, siamo stati costretti a votare contro un testo che le sinistre hanno infarcito di ideologia, attacchi all'amministrazione Trump, pregiudizi contro le forze dell'ordine e spinte immigrazioniste giustificate dai sensi di colpa storici che dovrebbero avere gli europei". "E nessuna vera condanna - aggiunge - delle devastazioni, dei saccheggi e delle violenze di questi giorni, contro persone inermi e contro i monumenti della nostra storia".

Il Parlamento europeo ha concluso affermando che nelle nostre società il razzismo e le discriminazioni non sono consentite ed ha richiesto all'UE di adottare una posizione decisa.

I deputati europei promotori della risoluzione invitano il governo e le autorità USA ad adottare misure per affrontare il razzismo e le disuguaglianze strutturali in alune aree del paese. Dura anche la condanna alla repressione da parte della polizia statunitense dei manifestanti pacifici, così come delle minacce di Trump di impiegare l'esercito, condannando anche il presidente Usa per la sua "retorica incendiaria". Nel testo si legge che è necessario porre fine a qualsiasi forma di profilazione razziale o etnica nell'ambito dell'applicazione del diritto penale, delle misure antiterrorismo e dei controlli sull'immigrazione.