Mamma e due figli muoiono sotto un cornicione, un figlio è salvo

Mamma e due figli muoiono sotto un cornicione, un figlio è salvo

I vigili del fuoco ci hanno messo ore a rimuovere le macerie. "Non riesco a capacitarmene", dice singhiozzando la donna, che si chiede come sia potuta succedere una tale tragedia.

La tragedia di Albizzate ha distrutto una famiglia di origine marocchina e lascia solo il padre, 40 anni, con il bambino più grande, di 9 anni, illeso. La donna e uno dei suoi figli sono morti sul colpo, mentre l'altra bambina, di appena 15 mesi, è sopravvissuta alla scarica di macerie ma, pur soccorsa immediatamente e trasportata in ospedale a Gallarate con un elicottero, è anch'essa deceduta per le gravissime fratture riportate, soprattutto al cranio. Con lui, diversi altri cittadini, alcuni dei quali hanno assistito alla scena rimanendo impotenti. A prendersi cura del bambino, in forte stato di choc, è stato proprio il dipendente del supermercato, che lo ha tenuto con sé fino all'arrivo del papà, che in quel momento era al lavoro. L'edificio è un'ex capannone industriale riconvertito di recente a uso commerciale e la struttura era ancorata alla facciata all'altezza del tetto.

L'allarme è stato dato poco dopo le 17. Feriti lievemente il sindaco, che era lì per lavoro, e una donna. Così anche i suoi due bambini più piccoli. Questione di un istante. Si ipotizza un cedimento strutturale.

"Con immenso dolore apprendo dell'incidente avvenuto ad Albizzate", commenta il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che esprime "il dolore di tutti i lombardi unendomi in preghiera". Il sostituto procuratore Nadia Calcaterra ha aperto un fascicolo contro ignoti per crollo colposo e omicidio colposo. Le indagini sono state affidate ai carabinieri della compagnia di Gallarate e del comando provinciale di Varese. Intanto i Vigili del Fuoco continuano a cercare sotto le macerie eventuali dispersi.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.