Fontana: 'Commessi errori, ma non quelli che ci contestano'

Fontana: 'Commessi errori, ma non quelli che ci contestano'

All'incontro ha partecipato anche il presidente di Regione Lombardia che ha commentato così la mattinata. E altro che Stati generali: "la Lombardia ha già stanziato 3 miliardi di soldi veri per investimenti nei prossimi due anni perché i Comuni possano avviare le loro opere pubbliche". Ecco, ha detto il Papa, "adesso, è il momento di fare tesoro di tutta questa energia positiva che è stata investita. Non da soli, però, ma insieme e con la grazia di Dio". "L'ospedale in Fiera è stato costruito perché il governo ci ha chiesto di raddoppiare il numero di letti in terapia intensiva da poco di 700 che avevamo prima del Covid a 1.456". È una ricchezza che in parte, certamente, è andata "a fondo perduto", nel dramma dell'emergenza; ma in buona parte può e deve portare frutto per il presente e il futuro della società lombarda e italiana. Per onorare la sofferenza dei malati e dei tanti defunti, soprattutto anziani, la cui esperienza di vita non va dimenticata, occorre costruire il domani: "esso richiede l'impegno, la forza e la dedizione di tutti", ha sottolineato il Pontefice. "In questo modo, potremo uscire da questa crisi spiritualmente e moralmente più forti; e ciò dipende dalla coscienza e dalla responsabilità di ognuno di noi". Non abbiamo potuto seppellirli pregando; non abbiamo potuto tenere la mano dei nostri cari mentre tornavano al Padre. Pregarlo, invocarlo, non è illusione; illusione è pensare di farne a meno! "In questi mesi, le persone non hanno potuto partecipare di presenza alle celebrazioni liturgiche, ma non hanno smesso di sentirsi comunità".

Nell'ambito di queste specifiche attività di controllo e prevenzione gli Agenti della Questura nei giorni scorsi sono stati chiamati ad intervenire a Curtatone, di fronte alla Casa Comunale, in ausilio a personale dell'APAM per l'identificazione di alcuni soggetti trovati a bordo di un pullman di linea sprovvisti di regolare biglietto: costoro, dopo l'esibizione dei documenti di identità ai Poliziotti, venivano successivamente sanzionati dai verificatori APAM. Il bersagli sistematici sono stati Fontana, ma anche l'artefice della struttura, Guido Betrolaso. Francesco ha quindi ringraziato "tutto il clero italiano che ha dato prova di coraggio e di amore alla gente".