E' morto l'artista Christo che firmò "The Floating Piers" sul lago d'Iseo

E' morto l'artista Christo che firmò

Christo Vladimirov Javacheff, come si legge sul suo profilo Twitter, è deceduto nella sua casa di New York.

L'annuncio è stato dato dalla pagina Facebook Christo and Jeanne-Claude Official. A quanto si apprende l'artista, che nel 2016 aveva realizzato l'opera The Floating Piers nelle acque del Lago d'Iseo, è scomparso oggi, domenica 31 maggio, per cause naturali nella sua casa di New York City. Nel 1958 Christo andò a Parigi, dove incontrò Jeanne-Claude Denat de Guillebon, quella che sarebbe diventata la moglie e compagna nella creazione di opere d'arte. Avrebbe compiuto 85 anni fra pochi giorni.

Nel 1964, col trasferimento a New York, cominciano a progettare i loro interventi di arte ambientale (i due, infatti, si consideravano artisti ambientali): è del 1966 l'Air Package, un grosso pallone installato al Van Abbemuseum di Eindhoven, e risale allo stesso anno l'enorme 42.390 cubic feet package, un altro colossale pallone d'aria (18 metri di lunghezza per quasi 10 d'altezza) esposto in uno spazio aperto a Minneapolis (Minnesota). Addio a un grande artista. Il lavoro artistico di Christo e Jeanne-Claude ha fatto riunire le persone e condividere le esperienze attraverso tutto il globo, e il loro lavoro vive nei nostri cuori e nelle nostre memorie.