Coronavirus, Ricciardi: Tornerà in autunno, rischio giovani

Coronavirus, Ricciardi: Tornerà in autunno, rischio giovani

Nel corso della presentazione ha messo in luce alcune pericolosità relative all'emergenza sanitaria ancora in corso. Affermazioni che indirettamente criticano la recente norma approvata dal governo per la quale le compagnie aeree possono riprendere a vendere biglietti per la totalità dei posti a sedere presenti nel velivolo.

"I virus respiratori sono avvantaggiati dal freddo ma non vengono bloccati dal caldo".

Ricciardi ha sottolineato che la maggior parte dei contagi avviene attraverso le mani, quindi ci sono delle precauzioni molto importanti da prendere per evitare che ritornino i casi generali di infezione.

"Il virus è lo stesso che in questo momento fa morti a grappoli in altri paesi, non è assolutamente diventato più buono".

Concetto ribadito anche dal direttore scientifico dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, Alessandro Solipaca: "L'esperienza vissuta ha dimostrato che il decentramento della sanità, oltre a mettere a rischio l'uguaglianza dei cittadini rispetto alla salute, non si è dimostrato efficace nel fronteggiare la pandemia. Siccome ieri si è avuto il record di singoli casi in un giorno, siamo ben lontani a livello mondiale, ma anche nazionale, dal raggiungere questo obiettivo". "Prima o poi le disattenzioni si pagano e anche gli operatori del turismo devono essere responsabili nel far applicare le regole".

"Si pensava che l'infezione dalla Cina non arrivasse mai?" A mettere in guardia e Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, che sconsiglia gli spostamenti in aereo. "Non dobbiamo essere spaventati, ma cauti sì - ha concluso - adottando tutti quei comportamenti utili fino a quando non si avrà il vaccino".