Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 casi positivi in un mattatoio

Coronavirus, nuovo focolaio in Germania: 657 casi positivi in un mattatoio

Situazione preoccupante in Germania nel Lander della Vestfalia.

Finora sono stati sottoposti al test 983 lavoratori del mattatoio Toennies di Rheda-Wiedenbrueck. Nel Paese sono stati molti i focolai locali che sono stati velocemente isolati: come alcune scuole di Magdeburgo chiuse dopo 180 casi di contagio e 300 famiglie nel quartiere di Neukoelln a Berlino, messe in quarantena.

Nel periodo preso in esame un bambino e un genitore si sono ammalati, mentre 64 sono risultati positivi al test sugli anticorpi, dunque avevano contratto il virus senza accorgersene.

Sono circa 7'000 le persone finite in quarantena a causa del focolaio di coronavirus esploso nella fabbrica di carne Toennies, nel Land tedesco del Nordreno-Vestfalia. Nell'impianto, uno dei più grandi d'Europa, lavorano oltre 6mila dipendenti.

È quanto emerso dalla conferenza stampa sul caso, che si è tenuta nel pomeriggio di ieri. L'impresa verrà temporaneamente chiusa, con importanti conseguenze per il mercato tedesco della carne, dove, stando al Consiglio di Gutersloh, verranno a mancare il 20% dei prodotti del comparto.

Negli ultimi mesi si è parlato più volte di casi di contagio interni a stabilimenti dove si macellano, disossano, trasformano e confezionano le carni.

Nuovo focolaio da coronavirus in Germania, precisamente a Gütersloh nel Nord Reno-Vestfalia, scoppiato in un mattatoio ci carni suine.