Coronavirus Lombardia: il Bollettino aggiornato

Coronavirus Lombardia: il Bollettino aggiornato

Il totale dei positivi è di 4.787 su 193.669 tamponi eseguiti, quello dei decessi sale a 411 e quello dei guariti a 3.390. Ci sono 5 regioni che comunicano zero nuovi contagiati: Umbria, Sardegna, Molise, Calabria e Basilicata. Gli attualmente positivi a Covid-19 sono invece 20.996 (-813). E altre 11 regioni con meno di 10 nuovi casi. Si tratta di Basilicata, Molise, Calabria, Umbria e Sardegna.

Anche oggi la Protezione civile ha fornito i dati sull'andamento del contagio in Italia: il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 233.019, con un incremento rispetto a ieri di 355 nuovi casi. Sono ancora ricoverate con sintomi 6099 persone, 288 meno di ieri. Il numero totale di attualmente positivi è di 42.075, con una decrescita di 1.616 assistiti rispetto a ieri. Con 210 milioni di abitanti, il gigante sudamericano ha registrato 956 decessi aggiuntivi in 24 ore e un nuovo record giornaliero di contagi (26.928), per un totale di 465.166 persone infettate dall'inizio della pandemia. Sono 75 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto alle 111 di ieri.

Coronavirus: riaprono tutte le regioni dal 3 giugno, anche la Lombardia
Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi: vittime e nuovi positivi in calo, i morti sono 75

Per quanto riguarda il numero di individui controllati, oggi sono stati testati 28948 casi (contro i 54118 tamponi effettuati). In totale i tamponi effettuati in Lombardia ammontano a 757.446. Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 152,4 tamponi fatti, il 0,7%.

Tornano a calare i ricoveri non in terapia intensiva (-176 per un totale di 3.131), mentre sono stabili quelli in terapia intensiva (-2, totale 170). I morti totali sono 1918 (+0), i guariti 15768 (+34). A Bergamo i casi sono complessivamente 13.374 (+8), a Brescia 14.774 (+6), a Como 3.854 (+1). Basterà applicare il decreto legge del 16 maggio, che recita: "A decorrere dal 3 giugno 2020 gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree".