Coronavirus, Iss: si alza età media dei morti, giù quella dei contagiati

Coronavirus, Iss: si alza età media dei morti, giù quella dei contagiati

Lo sottolinea il report di monitoraggio del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità, in riferimento al periodo dal primo al 7 giugno. "Le misure di lockdown in Italia - si legge - hanno effettivamente permesso un controllo dell'infezione da Sars-CoV-2 sul territorio nazionale pur in un contesto di persistente trasmissione diffusa del virus con incidenza molto diversa nelle 21 Regioni/Province autonome". Tale riscontro, che in gran parte è dovuto alla intensa attività di screening e indagine dei casi con identificazione e monitoraggio dei contatti stretti, evidenzia tuttavia come l'epidemia in Italia di Covid-19 non sia conclusa. L'epidemia in Italia "non e' conclusa" ed e' "essenziale mantenere elevata l'attenzione e continuare a rafforzare le attivita' di testing-tracing-tracking in modo da identificare precocemente tutti i potenziali focolai di trasmissione".

Secondo la relazione, "persistono in alcune realtà regionali un numero di nuovi casi segnalati ogni settimana elevati seppure in diminuzione". Inoltre, nell'ultimo mese - concludono - le Regioni sono verosimilmente riuscite a diagnosticare casi meno gravi rispetto alla fase precedente e questo anche si riflette in una apparente riduzione della letalità. È necessario mantenere elevata la resilienza dei servizi territoriali per continuare a favorire la consapevolezza e la compliance della popolazione, realizzare la ricerca attiva e accertamento diagnostico di potenziali casi, l'isolamento dei casi confermati, la quarantena dei loro contatti stretti. Per quanto riguarda la Lombardia, il report (qui disponibile) indica che il tasso di contagio Rt è pari a 0,9, comunque al di sotto del più preoccupante 1 che vorrebbe dire la potenzialità di un infetto di contagiare un altro soggetto.

L'età media dei deceduti positivi a Covid-19 è andata progressivamente crescendo da marzo a giugno al punto che, se si prendono i dati prima del 4 maggio e dopo questa data si passa da 79,8 a 82,5 anni.