Coronavirus, Brusaferro : "Attenti all'eccessiva disinfezione"

Coronavirus, Brusaferro :

Tornando al riutilizzo, Brusaferro ha citato uno studio del Robert Koch Institute della Germania, il quale ha sconsigliato la disinfezione delle chirurgiche monouso in quanto "il riutilizzo richiede un ricondizionamento e una manipolazione in condizioni di sicurezza che se non correttamente eseguiti potrebbero aumentare il rischio di infezione".

In un'audizione tenuta presso la Commissione d'inchiesta sulle attività illecite collegate al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali, il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha fatto il punto sull'utilizzo delle mascherine, ed ha messo in guardia gli italiani dal riutilizzo di quelle chirurgiche. Sono degli strumenti di barriera.

"Campagne di sensibilizzazione per la cittadinanza sulla promozione delle buone pratiche? Ma, in base ai diversi contesti, si può usare lo strumento di protezione più appropriato". L'uso del tipo della mascherina è legato al tipo di contesto. Rischio infettivo legato agli imballaggi?

"Laddove le superficie sono mantenute pulite il virus è facilmente inattivabile, ma dobbiamo stare attenti a non esagerare. Un eccesso di disinfettanti arriva negli scarichi, entrando nel ciclo idrico".

Il Covid-19, ha spiegato nel corso della stessa audizione Rosa Draisci del Centro nazionale delle sostanze chimiche dell'Istituto superiore di Sanità, sopravvive, in laboratorio ma non nella realtà, "fino a sette giorni".

"Uno studio in laboratorio ha rilevato parti di virus nella parte interna delle mascherine dopo 7 giorni dall'inoculo". "Costruire un setting sperimentali vuol dire tenerlo protetto da luce del sole e da altri fattori che hanno una influenza" sui risultati nella vita reale.