BTP Futura: disponibile la scheda informativa

BTP Futura: disponibile la scheda informativa

L'obiettivo di medio termine dichiarato dal direttore del Tesoro, Alessandro Rivera, è coinvolgere in un modo strutturale le famiglie nella detenzione del debito in modo da riportare la quota del debito in mano ai retail dal 4 al 10%. Verrà collocato da lunedì 6 a venerdì 10 luglio e sarà interamente destinato a finanziarie i provvedimenti che il governo Conte ha lanciato per far fronte alla grave crisi economica innescata dalla pandemia di COVID-19. La condizione per ottenere il premio che porta il rendimento a livelli interessanti è condizionato al fatto che il Btp sia acquistato al momento del collocamento e tenuto in portafoglio fino alla scadenza.

Le cedole, pagate con cadenza semestrale, saranno calcolate in base a un tasso cedolare fisso per i primi 4 anni, che aumenta una prima volta per i successivi 3 anni e una seconda per gli ultimi 3 anni di vita del titolo prima della scadenza.

Btp Futura avrà una struttura cedolare pensata per premiare i risparmiatori che lo deterranno fino alla scadenza.

Roma - Arrivano i Btp Futura, emissione dal 6 luglio e durata di 10 anni.

Il Mef è convinto che anche questa volta i piccoli risparmiatori non si tireranno indietro e acquisteranno titoli di Stato non solo per sostenere l'economia italiana ma anche perché il mercato obbligazionario risulta un porto più sicuro di tanti altri investimenti alla luce delle incertezze sull'evoluzione della pandemia. Il collocamento non prevede eventuali riparti, nè sarà applicato alcun tetto massimo assicurando la completa soddisfazione degli ordini, salvo facoltà da parte del Ministero di chiudere anticipatamente l'emissione.

Le successive comunicazioni sulla prima emissione del Btp Futura, a partire dalla pubblicazione della scheda informativa prevista per il prossimo 19 giugno, saranno reperibili sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Il titolo sarà collocato sul mercato attraverso la piattaforma elettronica Mot di Borsa Italiana per il tramite di due banche collocatrici (dealers) individuate in Banca Imi ed Unicredit. Sarà previsto un premio fedeltà pari all'1% del capitale investito, che potrà aumentare fino a un massimo del 3%, sulla base della media del tasso di crescita annuo del Pil nominale dell'Italia registrato dall'Istat nel periodo di vita del titolo, per coloro che lo acquistano all'emissione e lo detengono fino a scadenza. L'eventuale chiusura anticipata non potrà comunque avvenire prima di mercoledì 8 luglio, garantendo quindi al risparmiatore almeno tre intere giornate di collocamento. Nel caso la chiusura anticipata avvenisse alle 17.30 del terzo o del quarto giorno di collocamento, i tassi cedolari definitivi verranno fissati nella mattina del giorno successivo a quello di chiusura del collocamento. Nei prossimi giorni il MEF pubblicherà sul sito del Debito Pubblico la Nota Tecnica per gli intermediari e le FAQ, per fornire ai risparmiatori e agli operatori di mercato tutti gli elementi informativi utili per prendere parte all'imminente collocamento.