Brescia, Balotelli respinto al centro sportivo: il certificato di malattia scade domani

Brescia, Balotelli respinto al centro sportivo: il certificato di malattia scade domani

Continua il braccio di ferro tra il Brescia e Balotelli.

Al momento dell'arrivo al campo di Balotelli, il club, che conferma di essere venuto a conoscenza della mail solo questa mattina alla riapertura degli uffici del centro sportivo, ha impedito l'accesso a Balotelli e l'ha rimandato a casa, comunicandogli la decisione durante una breve conversazione telefonica, come si vede dal video realizzato da bresciaingol.com, e spiegandogli che a causa della sua tardiva comunicazione non erano riusciti a organizzare gli spazi per accoglierlo.

Perciò Balotelli si è trovato le porte sbarrate ed è stato costretto a fare marcia indietro.

Continua la storia tra Mario Balotelli e il Brescia.

Da fonti interne al Brescia, si apprende da La Gazzetta dello Sport, fanno sapere che la comunicazione di avvenuta guarigione in seguito alla gastroenterite comunicata in sede dal giocatore è arrivata in orario extra lavoro (intorno alle 21.30, ndr) e che per questo non è stato possibile rendergli agibile il centro sportivo stamane in ossequio alle norme anti Covid e per un discorso amministrativo legato alle coperture assicurative.

Il Brescia, dunque, ha deciso di non concedere la possibilità a Balotelli di riprendere ad allenarsi. Il club ha chiesto venerdì scorso la rescissione unilaterale del contratto. Tuttavia dopo un confronto con un dipendente della struttura, il giocatore sarebbe andato via, non avendo avuto il permesso di entrare dalla società.