Bce: fondo anti-pandemia aumenta di 600 miliardi

Bce: fondo anti-pandemia aumenta di 600 miliardi

I membri del Consiglio direttivo hanno approvato "con ampio consenso" la decisione di espandere il programma Pepp, ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in una conferenza stampa.

La Banca centrale europea non delude e aumenta la potenza di fuoco contro gli effetti del Covid. Mentre sulla questione del pronunciamento della Corte costituzionale tedesca (la sentenza in cui viene messa in dubbio la correttezza rispetto al mandato della Bce dei programmi di acquisto titoli) Christine Lagarde si è detta convinta "che si troverà una buona soluzione".

Il collocamento del nuovo BTp decennale giunge alla vigilia di una riunione in cui la Bce potrebbe decidere di aumentare la portata attuale da 750 miliardi di euro del proprio piano di acquisti legato all'emergenza pendemica (Pepp) che interessa in prima battuta i titoli di Stato dell'Eurozona. La Bce intanto "continuerà a garantire il necessario accomodamento monetario". Christine Lagarde ha già anticipato (Leggi QUI) che le nuove previsioni per quest'anno saranno tra il -8% dello scenario medio e il -12% dello scenario peggiore, pronosticando per il 2020 una contrazione in Europa intorno al 10%.

Alla domanda se l'istituto centrale abbia considerato di includere i bond "spazzatura" (junk), cioè con merito di credito speculativo, negli acquisti di titoli, la presidente della BCE ha spiegato che "non ne abbiamo discusso" e ha aggiunto che l'istituto di Francoforte osserva la situazione e prenderà le decisioni necessarie per isolare il sistema economico dalla pandemia. E così, in seguito all'annuncio, i listini europei, che si muovevano sotto la parità, hanno girato in positivo.

In termini di rendimento, secondo quanto riferito a Radiocor da fonti finanziarie, il nuovo benchmark con scadenza dicembre 2030 riconosce uno spread di 9 punti base sul rendimento del precedente benchmark decennale, che ieri in chiusura viaggiava all'1,55% e che oggi registra un po' di comprensibile pressione attestandosi al momento all'1,60 per cento. I future su Wall Street sono in negativo.