Allarme Coronavirus in Germania, focolaio con oltre 650 casi in un mattatoio

Allarme Coronavirus in Germania, focolaio con oltre 650 casi in un mattatoio

I nuovi contagi sono tutti legati al macello gestito da Tönnies, una grande azienda tedesca del settore della carne. Due terzi dei circa mille test effettuati finora hanno dato esito positivo. Tra l'altro la vicenda del mattatoio porta alla memoria il legame Germania-Codogno, con quella fiera autunnale del bestiame che sembrerebbe essere stata l'inizio di tutto per l'Italia. Le famiglie dei lavoratori dovranno mettersi in quarantena preventiva, le scuole e gli asili nido dell'area sono stati chiusi. Secondo quanto riferito da funzionari regionali tedeschi, sono oltre 650 i casi di positività al covid-19 legati alla ditta a Gütersloh.

L'impresa Toennies, nella quale si sono registrati 400 casi di contagio, verrà temporaneamente chiusa, con importanti conseguenze per il mercato tedesco della carne.

GERMANIA, nuovo FOCOLAIO in un mattatoio, interviene anche Angela MERKEL. I dipendenti dei macelli potrebbero aver contratto il virus nei paesi di provenienza e averlo importato successivamente in Germania. È questa la tesi sostenuta dal responsabile delle misure per l'epidemia di Toennies, Gereon Schulze Althoff, in conferenza stampa a Guetersloh. La maggior parte dei dipendenti dei diversi mattatoi provengono dalla Bulgaria e dalla Romania e molti di loro hanno trascorso le vacanze per le festività di Pentecoste e Corpus domini nei rispettivi Paesi.