Agenzia entrate: chiarimenti sul contributo a fondo perduto

Agenzia entrate: chiarimenti sul contributo a fondo perduto

Lo ha detto il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini.

I destinatari del contributo sono, in generale, gli esercenti attività d'impresa, di lavoro autonomo o reddito agrario, titolari di partita IVA con ricavi e/o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel 2019 (per i soggetti con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare).

Per i soci lavoratori dipendenti si applica lo stesso ragionamento.

Contributi a fondo perduto, entro quando arriveranno i pagamenti?

Lavoratori dipendenti e pensionati possono dunque fare richiesta del contributo, se il reddito del loro "status" non è l'unico che ricevono, ma sono esercenti attività d'impresa, di lavoro autonomo o reddito agrario e sono in possesso dei requisiti necessari. Contributo spettante anche per i soggetti in regime forfetario (comma 54 della legge 190/2014) sempre sussistendo gli altri requisiti.

Aziende e partite Iva colpite dalle conseguenze economiche del lockdown possono richiedere di beneficiare del nuovo contributo a fondo perduto previsto dal "Decreto Rilancio". La contabilizzazione deve avvenire nel bilancio 2020. Per inviare la domanda quindi si potrà usare un software e il canale telematico Entratel/Fisconline o una procedura web nell'area riservata del portale "Fatture e corrispettivi" dell'Agenzia delle Entrate. Il Mef ha annunciato che per velocizzare la procedura non ci saranno controlli iniziali, le istanze presentate saranno liquidate dall'Agenzia delle Entrate e poi successivamente sottoposte al controllo. In tal caso l'istanza deve essere inviata via posta elettronica e firmata digitalmente con la Pec. La seconda: che lo stesso abbia domicilio fiscale o sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi (sisma, alluvione, crollo strutturale), ancora in emergenza al 31 gennaio 2020 (data della dichiarazione dello stato di emergenza da coronavirus).

L'ammontare del contributo si calcola applicando una percentuale alla differenza tra l'importo fatturato tra l'aprile 2020 e l'aprile 2019. I tempi saranno più lunghi solamente nel caso di un soggetto che sia erede e continui l'attività per conto di un deceduto: in questo caso il termine finale slitta al 24 agosto. Sono invece esclusi i contribuenti la cui attività sia cessata alla data di presentazione della domanda di accesso al contributo.

Bonus 1000 euro a fondo perduto: come presentare la domanda online? Secondo una stima del commercialista Andrea Biancalani soltanto per le società di capitale si parla di circa 6mila imprese a cui vanno aggiunte le aziende individuali, società di persone e professionisti che non hanno l'obbligo di pubblicazione dei bilanci e che pertanto risulta impossibile censire. La prossima settimana diventa comunque una settimana cruciale per il decreto Rilancio.