Von der Leyen, un piano da 750 miliardi

Von der Leyen, un piano da 750 miliardi

La diretta dal Parlamento europeo sulla presentazione del recovery fund da parte della Commissione europea. La notizia è riportata online dall'agenzia di stampa Ansa. Tutto compreso, riuscirà a mobilitare più di 2.000 miliardi nei prossimi sette anni, cioè più del doppio di un bilancio europeo tradizionale.

“Alcuni elementi della proposta del Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ci fanno davvero ben sperare: i trasferimenti a fondo perduto nel complesso sono superiori ai prestiti, è presente lemissione di titoli di Stato europei a lunga scadenza, ci sono le risorse proprie dellUnione che non colpiranno le tasche dei cittadini ma i privilegi di poche multinazionali e di chi inquina. Peccato che, come già accennato, l'Olanda abbia già smorzato gli entusiasmi generali sorti intorno al Recovery Fund prospettando lunghi negoziati. Ci saranno entrambi gli aspetti, sperando che per i 27 sia una proposta accettabile, a cui dare il via libera in tempi rapidi. Tutti i dubbi relativi alle somme stanziate e ai meccanismi di finanziamento verranno dissolti dal Presidente della Commissione Von Der Leyen.

La Spagna e l'Italia hanno visto il maggior numero di decessi nell'UE durante la crisi del coronavirus e, insieme a Grecia e Portogallo, dipendono dal turismo per gran parte della loro produzione economica. Le proporzioni potrebbero essere 70 a 30, oppure 60 a 40.

Il secondo pilastro, che dovrebbe valere per il 10-15 per cento del totale dei finanziamenti del Recovery Plan, conterrà tre strumenti per finanziare gli investimenti delle imprese: "InvestEu (il successore del Piano Juncker), la nuova 'Investment Strategic Facility', che riguarderà più specificamente le industrie chiave per l'indipendenza europea nella catena del valore, soprattutto nel settore sanitario, e un 'Solvency Instrument", che sosterrà in particolare le ricapitalizzazioni e prestiti per aziende private, che erano sane prima della crisi del Covid-19 e che rischierebbero di chiudere a cusa del Lockdown.

"Un grande risultato, raggiunto il primo obiettivo della maratona #GlobalResponse lanciata dalla Commissione europa". Ma le preoccupazioni per il futuro del programma della BCE sono state sollevate all'inizio di questo mese, quando la corte suprema tedesca ha stabilito che violava la costituzione tedesca.