Spadafora: "Disponibili a rivedere il protocollo. Si può ripartire il 13 giugno"

Spadafora:

Mantenendo comunque sempre le distanze per le prime due settimane. L'auspicio è che le regole già in vigore possano essere rispettate.

Sui positivi e la quarantena singola o di squadra: "Sicuramente con l'evoluzione che avremo nei prossimi 10 giorni, quando dal 18 maggio ci sarà la vera apertura, se la curva del contagio ce lo consentirà massima disponibilità da parte nostra a rivedere in maniera meno restringente questa regola".

Ripresa del campionato il 13 giugno? Lunedì dovevano riprendere anche gli allenamenti del calcio sulla base di un protocollo che un mese fa mi hanno proposto Figc, Lega e Dal Pino.

RIPARTENZE - "Il 18 tutti gli allenamenti degli sport di squadra ripartono". Ma c'è tutto il mondo dello sport di base, centri danza, palestre, tennis, tutte potranno riaprire le attività dal 25 maggio. Oggi si rendono conto che le squadre per cominciare questo auto-isolamento non hanno le strutture adatte. "Oggi, con mia sorpresa, capiamo che la Lega Serie A dice che ha difficoltà ad attuare il protocollo che ci ha proposto, soprattutto rispetto al fatto che le squadre dovrebbero andare in auto-isolamento". Proprio ieri abbiamo visto su un quotidiano le immagini del presidente un po' furbetto che ha fatto allenare insieme la squadra in barba alle regole. La notizia che possiamo dare è che questo è stato proposto da loro e se non hanno le possibilità per attuarlo possiamo discuterne. "In ogni caso se tutto questo va in successione non vedo perché il 13 giugno non possa ripartire il campionato".

"Se la Figc ritiene che non ci siano le condizioni per auto-isolare tutta la squadra, contrariamente a quanto ci avevano detto, si adattino le regole per tutti gli altri sport di squadra, i calciatori possono anche tornare a casa la sera dopo gli allenamenti come tutti gli altri, per noi va bene, purché rispettino le regole minime che rispetteranno anche tutti gli altri sport come il distanziamento". Da lunedì ripartono tutti gli sport di squadra, in allenamento distanziato. "Nessun ostruzionismo e nessuna volontà di creare difficoltà".