Serie A, Spadafora ha deciso: il campionato riparte il 20 giugno

Serie A, Spadafora ha deciso: il campionato riparte il 20 giugno

"C'è poi la possibilità che il 13 e il 17 si possa disputare la Coppa Italia".

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha commentato la notizia spiegando che "la ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e, auspicabilmente, anche la Serie A femminile". La data è stata definita dallo stesso ministro con il Premier Giuseppe Conte.

"La serie A riparte il 20 giugno, il mio auspicio è che nella settimana precedente si possa giocare la Coppa Italia", ha detto Spadafora, al termine dell'incontro con le componenti del calcio. Se, infatti, dovesse essere confermata, domani nel Consiglio di Lega, la chiusura delle ostilità - in Italia - il 2 agosto, ci ritroveremo a vedere e commentare una partita ogni 72 ore. La FIGC mi ha assicurato il piano B (playoff) e il piano C (cristalizzazione della classifica ) in caso di nuova sospensione.

Serie A, Spadafora ha deciso: il campionato riparte il 20 giugno
Serie A, Spadafora ha deciso: il campionato riparte il 20 giugno

Dopo oltre due mesi di stop a causa dell'emergenza Coronavirus, la Serie A ha ricevuto quello che era il tanto atteso via libera per poter tornare in campo a partire dal prossimo 20 giugno, ovviamente a porte chiuse.

La volontà della Federcalcio è di ripartire il 13 giugno con i quattro recuperi in modo da uniformare il calendario. L'Aic spinge per il 20 per avere una settimana in più per allenarsi. Il mio augurio è che non si arrivi a questo scenario. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno.

ORE 19:27 - È terminato il summit fra il ministro Spadafora e le parti in rappresentanza del sistema calcistico italiano: a breve attesa una comunicazione da parte dei protagonisti. Lo ha confermato il Cts specificando che è quanto scritto nel dpcm e questa regola non può non valere anche per il calcio. Altrimenti sarà difficile concludere il campionato.