Riapertura, vaccino e cura. Parla viceministro Sileri

Riapertura, vaccino e cura. Parla viceministro Sileri

"E secondo me sarà possibile uscire anche dalla Lombardia". Dati epidemiologici permettendo: "Ci sono 12 regioni che hanno meno di 12 infetti", ha sottolineato Sileri. "Non si parla di assembramenti, festini o cose di questo genere, chiediamo solo di essere equiparati alle stesse persone che hanno gli affetti nella propria regione".

Non ci si può far prendere alle spalle da un nuovo contagio, aggiunge Sileri.

Oggi, 13 maggio, il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri (M5S), è stato ospite della trasmissione radiofonica 'Circo Massimo' su Radio Capital. Ma la seconda domanda è: quando saranno consentiti gli spostamenti da una regione all'altra, condizione quasi altrettanto fondamentale per il business dei casinò, che vivono poco di clientela locale? "Siamo in grado di vedere, se tutto procede come previsto, che alcuni di essi (vaccini) potrebbero essere pronti per l'approvazione tra un anno", ha detto Marco Cavaleri, responsabile dell'Ema per le minacce alla salute biologica e la strategia dei vaccini, durante una conferenza stampa video.

Coronavirus: presto ammessi gli spostamenti tra Regioni
Fase 2, Sileri: penso a mobilità regionale dal primo giugno, anche dalla Lombardia

Dobbiamo lavorare sulla terapia, credo che quella sul plasma sia molto promettente.

Sulla questione tamponi "è stata fatta una call, nazionale e internazionale, che dura tutta questa settimana per fare un censimento per le possibilità di acquisto di reagenti e tamponi". Infine per quanto riguarda il vaccino serve più tempo, credo diversi mesi. E sulla situazione sanitaria odierna, Sileri commenta: "Migliora perché conosciamo meglio la malattia e viene trattata precocemente, perché ci sono più posti liberi in ospedale".