Napoli, operazione di Polizia contro Hub del falso documentale

Napoli, operazione di Polizia contro Hub del falso documentale

Una delicata operazione antiterrorismo coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, la sezione antiterrorismo della Digos di Roma è ha avuto luogo questa mattina a Napoli. 8 ordinanze di custodia cautelare e 20 perquisizioni a carico di 19 indagati coinvolti in una filiera transnazionale dedita alla produzione di documenti falsi destinati a Paesi esteri sia dell'Area Schengen sia extra Schengen, al fine di favorire l'immigrazione clandestina.

Coinvolte le province di Napoli, Caserta e Benevento e disarticolato un vero e proprio hub del falso documentale. "In due anni abbiamo smantellato due stamperie di falsi documenti e tutte e due ci hanno portato a Anis Amri (autore dell'attentato di Berlino del 19 dicembre 2016.)". L'operazione e' stata denominata Mosaico 2.

In campo con gli agenti romani anche le Digos di Napoli, Caserta e Benevento, la polizia scientifica e il reparto prevenzione crimine, che stanno concorrendo alle operazioni.

I documenti sono apparsi commissionati da soggetti di origine extracomunitaria gravitanti nella zona, i quali sarebbero poi stati demandati a fornire ai falsari i dati anagrafici e le fotografie da applicare sui supporti.

Singolare il ricorso anche al nome di APu Nagar, noto personaggio della serie televisiva "I Simpson". Era anche destinatario di un mandato di cattura europeo della magistratura francese per associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di soldi contraffatti. Dalla sua perquisizione ne era uscita fuori un'altra identica ma intestata un altro soggetto, Fazi Ur Rehman, nato a Roma il 22 febbraio 1988.

"Sono in corso ulteriori approfondimenti anche sul fronte previdenziale, lì dove alcuni indagati, nel corso delle intercettazioni, si sarebbero detto precettori di reddito di cittadinanza".