È morto Alberto Alesina, economista italiano che ha conquistato Harward

È morto Alberto Alesina, economista italiano che ha conquistato Harward

E' morto a 63 anni Alberto Alesina, uno degli economisti italiani più prestigiosi, volto noto anche al grande pubblico televisivo ed editorialista autorevole sulla stampa, in particolare sul Sole 24 ore ed il Corriere della Sera. La notizia è stata diffusa su Twitter da David Wessel e poi confermata dall'Istituto Bruno Leoni. "Ci uniamo al dolore della famiglia".

Alesina era considerato uno dei maggiori esperti di economica politica, disciplina che aveva contribuito a fondare insieme a Guido Tabellini e Torsten Persson. Nato a Broni, in provincia di Pavia, nell'aprile del 1957, Alesina si era laureato all'università Bocconi nel 1981 e aveva poi ottenuto nel 1986 il dottorato di ricerca in economia (PhD) ad Harward, dove è rimasto costruendo l'intera carriera. "Si tratta di un male che viene ereditato dalle generazioni future, su cui manifesta i propri effetti più perniciosi (.) L'austerità basata sulla riduzione della spesa pubblica è meno costosa in termini di crescita ed è più efficace nella stabilizzazione del rapporto debito/Pil rispetto all'austerità basata sull'aumento delle entrate del settore pubblico". "È scomparso Alberto Alesina - si legge nel messaggio -". Lo ricordano colleghi ed ex allievi in Italia e Stati Uniti ma anche nel resto del mondo, oltre che le numerosissime istituzioni con le quali ha collaborato nel corso dei decenni della sua attività.