Le Pmi europee alla Commissione Ue "Serve un vero piano di rilancio"

Le Pmi europee alla Commissione Ue

"Basare la risposta al coronavirus su stereotipi distorti sarebbe più fuorviante che mai".

"Il fondo proposto (anti) coronavirus - si legge, riferimento al Recovery Fund - è un passo importante, ma c'è bisogno di un'azione più coordinata". Ma è anche solo questo: "un passo".

"Se lasciata senza controllo questa crisi metterà a rischio l'intero progetto europeo poiché il nostro mercato comune non riesce a tenere il passo con le altre potenze economiche".

"Siamo di fronte a una emergenza che non ha precedenti e, di conseguenza, a grandi nuove sfide".

"Alcuni Paesi dell'Ue continuano a fare pressioni per un bilancio business-as-usual e un Recovery fund modesto, con una percentuale trascurabile di sovvenzioni".

Nel pomeriggio, come si riporta in una nota di Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio ha avuto colloqui telefonici proprio con Ursula von der Leyen, ribadendo l'aspettativa di un Recovery Fund "ambizioso" in vista della presentazione della proposta della Commissione Europea mercoledì 27 maggio.