La Grecia apre i confini a 29 Paesi ma non all'Italia

La Grecia apre i confini a 29 Paesi ma non all'Italia

Il problema è che ormai siamo ai tempi supplementari, di corridoi turistici se ne parla da settimana, e non è stato fatto nulla: "è necessario che si muova la nostra diplomazia, il ministero degli esteri si deve far sentire e ci deve essere una regia Europa che finora è mancata: "mi rifiuto di pensare che si possa pensare ad aperture a macchia di leopardo in Europa: "è scandaloso", ha concluso. Stesso discorso per la Svizzera che considera prematura la data del 3 giugno ed i viaggi, se pure possibili ai cittadini svizzeri, resteranno sconsigliati.

A partire dal 15 giugno la Grecia aprirà le porte a turisti provenienti da 29 Paesi del mondo tranne all'Italia. Tra questi non figura però l'Italia.

Questi i Paesi accettati: Albania, Australia, Austria, Nord Macedonia, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Lituania, Malta, Montenegro, Nuova Zelanda, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia.

Il ministero ha detto che i turisti saranno testati - a campione - e che il governo monitorerà e valuterà in modo costante l'evoluzione dei contagi - riservandosi di adottare misure più restrittive. Il no ai voli internazionali infatti non è rivolto agli italiani in generale (intesi come nazionalità) ma al luogo di partenza, cioè l'Italia.