Inps bonus colf badanti, come faccio a chiederlo e averlo

Inps bonus colf badanti, come faccio a chiederlo e averlo

Per accedere al bonus destinata ai lavoratori domestici che al 23 febbraio scorso avevano rapporti di lavoro superiori a 10 ore la settimana, sarà necessario dichiarare espressamente di non aver usufruito di altre indennità previste dal decreto Cura Italia e di non essere titolari di altra tipologia di lavoro dipendente a tempo indeterminato, di pensione o del reddito di ultima istanza. Nemmeno in questa parte del Decreto Rilancio mancano comunque le parti ironiche, come quando si specifica che il bonus è compatibile con una pensione di invalidità. Dignità n. 87/2018. Per risolvere la problematica - si legge nel documento elaborato dal CNO - l'Inps ha comunicato che la Direzione Centrale Ammortizzatori Sociali riprocesserà le domande confrontando i dati con il modello UNILAV e il bonus di € 600,00 verrà riconosciuto automaticamente. Come evidenzia laleggepertutti.it si tratta di un'indennità di 500 euro per due mensilità (aprile e maggio) che può essere versata in un'unica soluzione.

Come sempre l'invito è quello di rivolgersi al proprio caf o patronato di fiducia che presterà assistenza gratuita. Dopo aver eseguito l'accesso al servizio, l'istituto precisa che sono a disposizione delle guide consultabili, per compilare correttamente la richiesta.

Per poter presentare la domanda, il richiedente dovrà essere in possesso del Pin o dello Spid, la carta di identità elettronica o la Carta nazionale dei servizi.

Per chi avesse difficoltà a fare la richiesta da solo si può rivolgere ai patronati. Nel caso l'utente trovi in questi dati delle inesattezze, li dovrà aggiornare accedendo all'apposita area "Anagrafica" presente in "MyINPS". A tal uopo, occorre cliccare sul link dedicato al servizio "indennità Covid-19 lavoratori domestici". Il pagamento potrà avvenire anche tramite bonifico domiciliato con riscossione presso un ufficio postale.

L'INPS avverte che procederà al controllo della veridicità delle autocertificazioni.

Il riepilogo dei dati inseriti può essere visualizzato per il controllo .

Una volta presentata la domanda per richiedere l'accredito del Bonus Colf e Badanti sarà rilasciata al richiedente una ricevuta con un numero identificativo. In ogni caso, anche senza la protocollazione, la domanda va subito in lavorazione.

La ricevuta della domanda protocollata potrà essere scaricata successivamente dal sito Inps, nella stessa sezione dove si è fatta la richiesta. La particolarità, per questo tipo di bonus è che essa è garantita fino ad esaurimento fondi.